ULTIME NEWS

Si accettano consigli in merito alle cose da dire durante gli incontri con enti, politici o altri.

Ciao Antonio - E' venuto a mancare il Presidente dell'associazione Nuova Salvambiente Onlus

pubblicato 04 mag 2016, 07:43 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

A volte nella vita capita di incontrare delle persone apparentemente semplici, ma che invece riescono a darti qualcosa di incredibile, a trasmetterti valori importanti, ed essere da esempio: una di queste persone è stato Antonio Gismondi.

Lo ricordiamo per quello che era: una persona dotata di un grande senso civico ma soprattutto morale.

Si esponeva in prima persona per gli altri, senza mai chiedere di farlo al posto suo ma con molta umiltà domandava agli altri se condividevano il suo pensiero, perché sentiva il bisogno di dare credito al pensiero di tutti senza mai imporre il suo.

Era una persona che vedeva l'esigenza del cambiamento, guidata dalla passione di chi vuole sforzarsi di fare la cosa giusta. Questa sua passione era guidata dalla visione di un futuro migliore.

Per lui "l'attivismo" e "il pensare al bene comune" erano naturali, più naturali che per altri. Alcune persone arrivano a concepire certe passioni solo dopo esperienze particolari e personali e dopo aver capito che qualcosa a cui si tiene profondamente necessita di un cambiamento.

Durante la sua vita è riuscito, senza pretenderlo, a riunire insieme le persone in associazioni di volontariato come Salvambiente e Nuova Salvambiente, ottenendo negli anni dei risultati importanti che ha condiviso con tutti e che forse neanche immaginava, facendoci capire che un cittadino può valere più di quanto creda. In tutto questo si può leggere il suo grande senso di cittadinanza, il suo grande senso civico, l'agire improntato alla ricerca della altrui felicità, una felicità condivisa.

Antonio era una di quelle persone autentiche e vere che raramente si incontrano  nella vita. Si esponeva in prima persona con coraggio ed abnegazione senza mai risparmiarsi ed è un grande vuoto quello che lascia.

La nostra motivazione più grande era lui, un'ispirazione per chi lo conosceva, a prescindere dall'età, dai propri mezzi e dalla propria storia. Fonte della nostra passione civile, ma soprattutto umana e morale.

Ciao Antonio


Associazione Nuova Salvambiente Onlus

Info riguardo l'utilizzo di prodotti vegetali coltivati nel territorio circostante la zona dell'incendio del COSMARI

pubblicato 17 lug 2015, 06:20 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

Molti dei partecipanti all'assemblea di venerdi 10 luglio hanno manifestato perplessità riguardo l'utilizzo di prodotti vegetali coltivati nel territorio circostante la zona dell'incendio del COSMARI. Ovviamente la NS non ha né l'autorità né la competenza specifica per dare queste risposte. Ci limiteremo perciò ad indicare fonti consultabili facilmente su internet pubblicate dal Ministero della Salute. Per facilitare la lettura riportiamo fedelmente alcuni stralci.
www.salute.gov.it
http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_pubblicazioni_821_allegato.pdf
pag.13 Le diossine possono depositarsi sul suolo e sulle parti arboree dei pascoli e dei seminativi rendendosi così disponibili per l’ingestione da parte degli animali da pascolo e da allevamento; possono inoltre essere trasportate dalle acque superficiali e raccolte nei sedimenti e raggiungere quindi la fauna ittica. Pag. 14 le diossine possono impattare suolo, corpi idrici e vegetazione in due modi: o si dissolvono nelle precipitazioni o sono associate al particolato rimosso dalle precipitazioni. (…) La persistenza di TCDD (tetracloro-dibenzo-p-diossina) negli strati superficiali del suolo è stimata con un’emivita* pari a 9-15 anni, mentre l’emivita stimata per gli strati più profondi è di 25- 100 anni. Pag.15 L’ambiente acquatico può ricevere le PCDD/F )(sigla che indica insieme di diossine e furani) (...) Una volta immesse nei corpi idrici le diossine possono volatilizzare e quindi rientrare in atmosfera Pag.16 Le diossine sono molecole scarsamente idrosolubili, ma trovano nell’acqua un’ottima via di diffusione una volta adsorbite sulle particelle minerali ed organiche che si trovano in sospensione su di essa. (…) I vegetali possono essere contaminati da sostanze inquinanti attraverso tre meccanismi: 1. assorbimento radicale (trasferimento dell’inquinante dal suolo alla parte alta della pianta attraverso l’assorbimento da parte delle radici); 2. volatilizzazione dal suolo; 3. deposizione atmosferica (direttamente sulle foglie). Pag 17 L’assorbimento radicale di diossine da parte delle piante rappresenta una via di contaminazione poco significativa (...). Una importante eccezione riguarda la famiglia delle cucurbitacee (zucchine, zucche, ecc.), le quali rilasciano particolari sostanze nel suolo (essudati radicali) che sono in grado di mobilizzare le diossine in prossimità delle radici rendendole disponibili all’assorbimento radicale.(...) Per quanto riguarda i vegetali che crescono sottoterra, come patate e carote, essendo trascurabile l’assorbimento radicale, i bulbi sono interessati solo da un assorbimento superficiale dovuto al contatto diretto delle diossine presenti nel suolo e quindi la rimozione della buccia comporta l’eliminazione del contaminante. (…) Un’altra via attraverso la quale i vegetali possono essere contaminati è rappresentata dalla volatilizzazione di diossine dal suolo ed il conseguente assorbimento del vapore da parte delle foglie: tale meccanismo di contaminazione è rilevante solo se il suolo considerato presenta alte concentrazioni di diossine. (…)La deposizione atmosferica può essere classificata secondo tre diverse tipologie: • deposizione secca di gas; • deposizione secca di particolato; • deposizione umida. Pag. 18 la via di contaminazione più significativa è rappresentata dall’assorbimento della fase vapore con un contributo di PCDD/F di circa il 66% (…) la deposizione atmosferica di queste sostanze rappresenta una via di contaminazione molto significativa per i vegetali, poiché le diossine che si depositano sulla loro superficie, insieme ad altre particelle atmosferiche, vengono assorbite dalla cuticola cerosa presente sulla superficie fogliare. Una volta che le diossine sono fissate sulla superficie delle foglie non presentano mobilità all’interno della pianta, in quanto non vi sono meccanismi in grado di trasportare queste sostanze all’interno dei tessuti dei vegetali. I fattori principali che controllano la deposizione di diossine nella fase vapore sono la concentrazione in atmosfera di PCDD/F, la superficie di esposizione, la quantità e la qualità delle strutture cerose ed altre caratteristiche delle piante: dati sperimentali indicano che, per un breve periodo di esposizione, maggiore è la superficie specifica di esposizione della foglia, maggiore è la quantità di diossine assorbita.

Si apre un altro fronte

pubblicato 08 ott 2014, 02:13 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE


Ecco.....

pubblicato 07 ott 2014, 00:58 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE   [ aggiornato in data 07 ott 2014, 01:02 ]

http://www.cronachemaceratesi.it/2014/09/29/per-la-fondazione-giustiniani-bandini-i-nuovi-impianti-del-cosmari-sono-illegittimi/576330/


Nuova Salvambiente estromessa dalla riunione

pubblicato 14 giu 2014, 03:32 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE   [ aggiornato in data 14 giu 2014, 03:39 ]

Venerdì 13 Giugno 2014 www.ilmessaggero.it

Nuova Salvambiente estromessa dalla riunione

►Conferenza dei servizi sul Cosmari, la denuncia di Antonio Gismondi


Cacciati dalla conferenza dei Ser­vizi dove si sta trattando la proce­dura di Valutazione di impatto ambientale del rinnovo dell'auto­rizzazione dell impianto di recu­pero e trattamento di rifiuti del Cosmari.

A denunciarlo sono il presidente dell'associazione Nuova Salvam­biente di Sforzacosta, Antonio Gismondi, e altri componenti presenti alle sedute. 11 fatto si è verificato in due occasioni, il 15 e il 30 maggio scorsi. E' lo stesso Gismondi a raccontare come so­no andate le cose. «Nel mezzo della Conferenza dei Servizi, ve­niva chiesto ai rappresentanti della Nuova Salvambiente di al­lontanarsi dalla seduta. Questa li­mitazione appare in contrasto con lo spirito e la ratio della nor­mativa regolatrice della Confe­renza, idonea a sviluppare e ren­dere effettiva la cooperazione, in vista di obiettivi comuni. A tal fi­ne appare necessaria la parteci­pazione di tutti i soggetti che sia­no portatori di interessi in qual­che modo collegati alle risultan­ze della Conferenza dei Servizi». L'altro questione che Gismondi e l'associazione vogliono mettere in evidenza è l'assenza di questo episodio dai verbali delle sedute. «Si chiede pertanto l'integrazio­ne del verbale nella parte in cui viene omessa la richiesta di al­lontanamento ai rappresentanti della Nuova Salvambiente, non­ché l'indicazione della normati­va che attribuirebbe questo "pre­sunto" potere ai soggetti delegati al rilascio dellautorizzazione». Quanto al percorso dell’autoriz­zazione del Cosmari, i compo­nenti dell’associazione hanno avuto modo di costatare che «il progetto, così come è stato pre­sentato all'inizio della Conferen­za dei Servizi nel 2012, appare ad oggi completamente diverso e so­stanzialmente alterato».
Sauro Ciarapica


Comunicato di chiarimento per evitare strumentalizzazioni

pubblicato 10 mag 2014, 00:06 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE   [ aggiornato in data 10 mag 2014, 00:06 ]

Carissimi cittadini di Pollenza la nostra Associazione per motivi contingenti ha la necessità di ribadire alcune posizioni di ritenute fondamentali al proseguo della nostra attività.

La nostra Associazione nata nel giugno 2011 come una associazione apartitica e tale intende rimanere.

Pertanto tutti i tentativi che in campagna elettorale cercano di attribuirci vicinanze ad un candidato o ad un altro sono assolutamente strumentali.

La nostra associazione pur essendo apartitica non ha nessun potere sulla vita individuale di ogni socio , anche se membro del direttivo , per cui esso è un libero cittadino e come tale può decidere liberamente se dedicare il suo impegno anche alla politica.

La nostra Associazione da quando è nata ha dedicato le suo forze esclusivamente per il bene di tutti i cittadini abitanti nelle vicinanze del Cosmari e anche grazie ad essa affiancate necessariamente da altre istituzione ha raggiunto un traguardo ritenuto insormontabile cioè, la chiusura del termovalorizzatore (inceneritore).

Ora il nostro impegno prioritario resta quello di far si che nel nostro territorio non avvengo altri episodi simili che mettano a rischio definitivamente la salute dei cittadini e dell’ambiente dove viviamo.

Schierandoci al fianco di istituzione che perseguono il nostro stesso scopo senza distinzione di colore politico.


Ass. nuovaSALVAMBIENTE
Il presidente A. Gismondi

INVITO alla CONFERENZA PUBBLICA di sabato 15 marzo p.v. ore 16:00

pubblicato 10 mar 2014, 13:45 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

L'associazione "nuovaSALVAMBIENTE onlus" ti invita a promuovere e a partecipare all'evento di seguito descritto.

Descrizione dell'evento:
L’evento avrà luogo il giorno 15/3/2014 presso la scuola materna di Sforzacosta di Macerata.
L'oggetto dell'evento è il seguente:
Conferenza pubblica presso il teatro della scuola dell'infanzia in via Peranda di Sforzacosta - Macerata
"Diossina nel latte materno" Saranno resi pubblici i risultati delle analisi eseguite sul latte di mamme residenti nel nostro territorio.
Si parlerà anche delle problematiche degli impianti a Biogas.


E' gradita la partecipazione della vostra associazione e/o della vostra persona.
Cordiali saluti.
Ass. nuovaSALVAMBIENTE

VOLANTINO DELL'EVENTO

una riflessione sulle malattie rare

pubblicato 25 feb 2014, 02:40 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE   [ aggiornato in data 25 feb 2014, 02:40 ]

Confronto tra classe politica e classe medica, per una riflessione sulle malattie rare. Il convegno si terrà presso l'Aula Magna dell'università di Macerata, giorno 28 febbraio ore 15:00.
Il giorno 28 febbraio è la giornata mondiale delle malattie rare.


https://plus.google.com/u/1/events/c8vtd6it8sdmuceghsiatsrsggs?authkey=CMP7q-6z1b_j6QE

le-marche-e-i-tumori-parliamone

pubblicato 22 feb 2014, 06:40 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

Festa di addio all'inceneritore

pubblicato 19 ott 2013, 02:27 da Associazione nuovaSALVAMBIENTE

Festa di addio all'inceneritore

L'associazione Nuova Salvambiente Onlus organizza per domenica 27/10/2013 alle ore 15:00 nei pressi della scuola dell'Infanzia Liviabella presso Via Peranda a Sforzacosta, una festa per la chiusura dell'inceneritore.

Dopo anni di attività, infatti l'inceneritore del Cosmari è stato chiuso definitivamente.

L'associazione Nuova Salvambiente Onlus attenta alle tematiche ambientali, si è battuta con forza per la chiusura dell'inceneritore.

Ora che finalmente tale risultato è stato raggiunto, l'Associazione vuole festeggiare tale evento con un momento di svago.

L'occasione, sarà anche informativa in quanto tra musica, intrattenimento, vino e castagne, si troverà l'occasione per parlare di come fare la raccolta differenziata e della sua importanza.

L'amministrazione comunale di Macerata patrocina l'evento, che in caso di pioggia si svolgerà al chiuso.


Distinti saluti
Ass. nuovaSALVAMBIENTE

Festa di addio all'inceneritore

1-10 of 61